Patrick Dempsey, tutte le auto più belle della sua collezione da sogno

Le auto di Patrick Dempsey sono una conseguenza diretta della sua smisurata passione per le corse e per i motori, in particolare per quelli delle Porsche. Ma prima di dare un'occhiata al suo garage, ripercorriamo la carriera automobilistica dell'attore americano di origini irlandesi. Le prime gare a cui ha partecipato sono datate 2004, quando aveva 38 anni, al volante di una Panoz nell'omonimo campionato monomarca. Da quell'anno in poi il suo impegno è diventato costante, sempre al volante di vetture GT – derivate dalla serie e a ruote coperte – fino alla prima partecipazione (2009) alla 24 Ore di Le Mans al volante di una Porsche nella classe GT2. Datata 2009 è anche la fondazione della sua scuderia, la Dempsey Racing, con cui ha intensificato l'impegno nelle corse di durata, fino a vincere la sua prima gara nel 2015, la 6 ore di Fuji, in Giappone. Ma il suo risultato più prestigioso è senza dubbio il secondo posto di classe (GTE Am) alla 24 Ore di Le Mans, sempre nella stagione 2015, al volante di una Porsche 911 RSR. Un impegno così grande e pressante che lo portò ad abbandonare la serie TV che aveva fatto la sua fortuna, ovvero Grey’s Anatomy, in cui impersonava il medico Derek Shepherd. «Mi piacerebbe fare del motorsport la mia priorità assoluta e concentrarmici a tempo pieno – dichiarava qualche anno fa Dempsey – se solo potessi lasciare la carriera di attore, penso che lo farei con estrema facilità e mi concentrerei semplicemente su quella di pilota. Mi piacerebbe più di qualunque altra cosa». Le auto di Patrick Dempsey, quelle a cui tiene di più, sono dunque quelle da gara.

Porsche 911 RSR Patrick Dempsey.jpgJim Fets

«Il mio obiettivo è prima di tutto Le Mans. Io voglio vincere a Le Mans» ha detto Dempsey nel 2013, prima di correre la sua seconda 24 Ore di Le Mans. Ma, del resto, non è l'unico attore a essere rimasto stregato da quella che è ancora la gara più difficile del mondo. Tuttavia, dopo il secondo posto ottenuto nel 2015 proprio in Francia, Dempsey ha interrotto la sua carriera da pilota, reinventandosi come capo del suo stesso team – ruolo che ricopre tutt'ora – e come brand ambassador Porsche.

Richard Pardon

«Correre mi riporta alla mia infanzia quando mio padre, appassionato di automobili come me, tornava a casa ogni venerdì sera un nuovo modellino per la mia collezione» ha raccontato Dempsey in un'altra occasione. Insomma, la carriera di Patrick Dempsey nel motorsport è un ottimo esempio di perseveranza e volontà di seguire i propri sogni. Ma ora vediamo quali sono le sue auto stradali preferite.

Ferrari 365 GTB/4 Daytona

Ferrari 365 Gtb 4 Daytona
Ferrari 365 Gtb 4 DaytonaFerrari 365 Gtb 4 Daytona

Lotus Exige S

Lotus Exige S.jpgPress Office Lotus

Jaguar E-Type

Jaguar E-Type di Diabolik 1Tom Wood ©2015 Courtesy of RM Sotheby's

Mercedes SLS AMG

Mercedes SLS AMG.jpegPress Office Mercedes

Porsche 356 A

Porsche 356 A Patrick Dempsey.jpgPorsche Press Office

Porsche 356 Speedster

Markus Leser

Porsche 550 Spyder

Press Office Porsche

Porsche 911 Carrera RS 2.7

Alexander Hassenstein

Porsche Panamera

Patrick Dempsey Maria Sharapova Porsche PanameraJim Fets

Porsche 911 Targa 4S

Porsche 911 Targa 4S Patrick Dempsey Mark WebberAlexander Hassenstein

LEGGI ANCHE:

Patrick Dempsey, la collezione occhiali Porsche Design

La Porsche 917K del 1969 guidata da Steve McQueen va all’asta

La nuova Porsche 911 GT3 è sempre più veloce

Little Bastard, la Porsche maledetta di James Dean

GQItalia