Videogiochi, Gas Station Simulator ci fa sentire un po’ in Bagdad Café

Un luogo un po' malmesso nel deserto americano ed è subito Marianne Sägebrecht che trascina la valigia e Calling You in sottofondo. Forse il paragone con uno dei videogiochi di simulazione in uscita nel 2021 è un po' azzardato, ma vedendo il trailer e le immagini di Gas Station Simulator ci è venuto in mente proprio Bagdad Café, il film pluripremiato di Percy Adlon del 1987. Ah, e anche un po' il bellissimo primo Cars, con Radiator Springs e i suoi meravigliosi abitanti.

Sarà il deserto, sicuramente, sarà la struttura scalcagnata che bisogna riportare a nuova vita, saranno le insegne polverose da far brillare. C'è qualcosa di stranamente poetico in questo videogioco di DRAGO entertainment. Forse anche il fatto di vedere il protagonista, nel trailer, che guidando sulla Route 66 si ferma di fronte ad una vecchia stazione di servizio nel mezzo del nulla. Vede il cartello ‘in vendita’ e la compra. In macchina è da solo e da solo inizia la sua avventura. Possiamo immaginare da dove venga e cosa lo abbia portato a prendere una decisione così stramba. E scoprire perché ha scelto proprio quel luogo abbandonato.

Gas Simulator trailer

Nel gioco dovremo partire proprio da zero. Ripristinare l'elettricità (e non in grande sicurezza), prendere una ruspa e iniziare a sistemare il terreno (anche la ruspa non è proprio in salute). Quando avremo finalmente aperto la nostra Gas Station, arriveranno i primi clienti, che sono tutti abbastanza particolari. Durante le notti solitarie potremo anche passare il tempo con un cabinato per videogiochi arcade. O fare due tiri a canestro. Dando sempre un occhio per vedere se qualcuno si ferma per fare benzina.

Ci saranno un po' di eventi fastidiosi, come i ragazzini che vogliono farci i graffiti sui muri, ma noi cercheremo di scacciarli (non con le buone) e terremo duro per guadagnare soldi e ampliare il nostro business, migliorando anche l'aspetto della stazione di servizio, pulendo, imbiancando e rendendo il tutto più appetibile per i clienti. Mano a a mano che l'attività diventerà più solida potremo anche vedere alcolici e cibo, riparare le gomme, sostituire i pezzi di ricambio. Ah, dovremo fare anche attenzione a non far arrabbiare i brutti ceffi che ci hanno prestato dei soldi, perché altrimenti saranno guai.

Gas station simulator videogioco screen.jpegDRAGO entertainment

L'idea del videogioco è apparentemente semplice. Ma l'atmosfera fa tantissimo e da quello che si può vedere per ora (di Gas Station Simulator è disponibile solo la demo, il titolo comunque dovrebbe uscire nei prossimi mesi) il gameplay è tutt'altro che banale. Ci sono molte cose da fare, da sistemare e da considerare. La gestione della stazione di servizio viaggia su diversi fronti e bisogna essere abili nel multitasking. Ci sono momenti divertenti e se amate le auto ne vedrete davvero delle belle!

Leggi anche:

Che ne dite di un giro per le strade di GTA ascoltando Radio Los Santos?

Il videogioco che puoi controllare con il battito delle palpebre

BMW 507, va all'asta la spider che stregò anche Elvis Presley

GQItalia