Quali Regioni entrano in zona bianca il 14 giugno e quali restano gialle

L’Italia si tinge sempre più di bianco. Al momento sono 7 le Regioni nella fascia senza restrizioni: Abruzzo, Liguria, Umbria, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Ma da lunedì 14 giugno è atteso il passaggio in zona bianca per altri 6 territori, ovvero Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Lazio, Puglia e Provincia autonoma di Trento. Mentre il resto dell’Italia resterà in giallo, almeno per un’altra settimana. Come sempre, la conferma del cambio di colore arriverà domani pomeriggio, a seguito della diffusione dei dati del monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità.

Regioni e Province in zona bianca dal 14 giugno

Ricapitolando queste sono i territori italiani che dovrebbero essere in zona bianca da lunedì 14 giugno:

  • Molise
  • Friuli-Venezia Giulia
  • Sardegna
  • Abruzzo
  • Umbria
  • Liguria
  • Veneto
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Emilia-Romagna
  • Lazio
  • Puglia
  • Provincia autonoma di Trento

Passaggio in zona bianca anche per le altre Regioni entro fine giugno

In base all’ultimo report del 4 giugno ci sarebbero ottime speranze anche per altre Regioni in cui si è registrata un’incidenza dei contagi sotto la soglia critica. Si tratta di: Toscana, Marche, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia e della Provincia autonoma di Bolzano, che dovrebbero passare in zona bianca già il 21 giugno. Invece, i numeri della Valle d’Aosta sono meno confortanti e potrebbe essere l’ultima Regione a lasciare la zona gialla il 28 giugno. Ma proprio ieri il presidente della Valle d’Aosta Erik Lavevaz si è rivolto al Premier Draghi e al ministro Roberto Speranza, chiedendo di anticipare il passaggio in zona bianca già dal 21 giugno.

La richiesta si basa su due elementi principali: il primo è la disparità che si verrebbe a creare con i territori vicini nel momento della ripartenza turistica; – ha chiarito Lavevaz – il secondo è la considerazione del valore della popolazione fluttuante, con il flusso di turisti e di residenti temporanei che rende molto meno significativo il valore dell’incidenza

Fonte: ISS

Leggi anche:

da greenme